You Are Here: Home » Identità di genere; transgender; gender non conform » Passando una sera sul Fosso Reale

Passando una sera sul Fosso Reale

scali d'azeglio 2

Passando una sera sul Fosso Reale a Livorno

di Egon Botteghi, versione integrale su hollaback 31 Gennaio 2016

……….

Qualcun* mi potrebbe considerare un infiltrato sotto copertura nel mondo dei maschi, pronto a smascherare i segreti della parte dominante. Sicuramente adesso sono a stretto contatto con i privilegi maschili, e questo mi rende più chiara la filigrana di potere che sottende ai nostri ruoli di genere e come questa ci viene socializzata.

Una delle scoperte che ho fatto riguarda proprio lo “stare in strada”, che si declina in maniera diversa tra uomini e donne, il modo diverso di sentire di dover occupare lo spazio, il privilegio maschile di avere un corpo non considerato vulnerabile dagli sguardi degli altri e quindi alla possibilità o meno di incorrere in molestie mentre stai semplicemente esistendo.

Ricordo, ad esempio, che una sera, mentre stavo rincasando di notte camminando a piedi per le vie del centro della mia città, giunsi all’altezza del Fosso Reale, quel canale d’acqua dove la tradizione vuole che il grande artista Amedeo Modigliani buttò alcune sue opere perché deriso dai suoi concittadini, e notai un gruppetto di ragazzi seduti sulle spallette.

Mi accingevo a passargli davanti e, dopo anni di vita al femminile, ero preparato a subire l’inevitabile alzata di sguardi di quelle persone su di me. Un misto di sensazioni negative mi colavano già dentro: fastidio di dover essere giudicato per il mio aspetto (ed un atavico timore di non risultare soddisfacente) e un pizzico di inquietudine per essere lì da solo, a tarda sera.

Ma quando sfilai davanti a loro non sentii niente, nessun occhio si alzò su di me, nessuno di loro cambiò posizione e calcolò il mio passaggio. Allora mi ricordai di essere un uomo e di essere affrancato dal loro interesse.

Tirai un sospiro di sollievo e mi sentii incredibilmente leggero, libero e padrone della parte di mondo che occupavo camminando nella notte.

scali d'azeglio_

About The Author

intersexioni
Number of Entries : 256

Leave a Comment

intersexioni - info@intersexioni.it

Scroll to top

Sito web by: Koris web agency