You Are Here: Home » Diritti umani » La fondazione di Organization Intersex International Europe

La fondazione di Organization Intersex International Europe

fondazione_OII_Europe_2015_pc

Il grande passo successivo: OII Europe viene registrata come ONG no-profit in Germania

Il 25 Settembre 2015 OII Europe ha fatto l’importante passo di registrarsi come ONG no-profit a Berlino.

OII Europe (Organizzazione Internazionale Intersex Europa), come organizzazione non registrata, ha sostenuto e difeso i diritti umani delle persone intersex in Europa dal 2012, quando è stata ufficialmente fondata come organizzazione ombrello nella Giornata Mondiale dei Diritti Umani, il 10 dicembre, durante il Secondo Forum Internazionale Intersex a Stoccolma.

La registrazione come ONG no-profit permetterà a OII Europe di mettere in atto tutti quei proveddimenti legali necessari per assicurare trasparenza, affidabilità e sostenibilità per l’associazione, le sue componenti, le/gli stakeholders e finanziatori.

“Questo è un passo molto importante per l’organizzazione”, ha detto Dan Christian Ghattas, co-presidente di OII Europa. “Tutti noi abbiamo lavorato per questo momento da molto tempo ormai. OII Europa si batte dal 2012, a livello europeo e internazionale, per il miglioramento del rispetto dei diritti umani delle persone intersex in Europa. La registrazione significa per noi non solo essere un’organizzazione affidabile, ma anche mostrare alle persone intersex e alle organizzazioni portate avanti da persone intersex in Europa il nostro impegno come organizzazione ombrello europea”.

“È importante per Intersexioni, come organizzazione nazionale, fare parte di un’organizzazione ombrello che opera a livello europeo”, aggiunge Alessandro Comeni, membro del Comitato Direttivo. “Questo ci dà l’opportunità di condividere le conoscenze e scambiare strategie e approcci. Ci si può sentire molto isolati lavorando a livello nazionale, quando molti Paesi europei non sanno ancora nemmeno dell’esistenza delle persone intersex. La mia speranza per il futuro è che sempre più associazioni che lavorano per i diritti intersex con un approccio fondato sui diritti umani entrino a far parte di OII Europe. Questo migliorerà la capacità di OII Europe e dei suoi membri nel lavoro per i diritti umani intersex a livello nazionale ed europeo”.

“Niente di tutto questo sarebbe stato possibile senza l’immenso supporto di ILGA-Europe e TGEU, che hanno dedicato tempo, sforzo e risorse finanziarie per facilitare la crescita di un’Organizzazione Intersex Ombrello veramente pan-europea. Dobbiamo loro immensa riconoscenza e attendiamo con impazienza una stretta cooperazione in un futuro prossimo, visto che lavoriamo fianco a fianco con il movimento LGBT europeo, rappresentando la I della sigla LGBTI. Vogliamo inoltre ringraziare ILGA-World e GATE per il loro supporto a livello internazionale”, afferma Kitty Anderson, Segretaria di OII Europa.

In questa riunione ufficiale fondativa, è stato eletto un comitato esecutivo e un comitato direttivo. Il comitato esecutivo è composto dai due co-presidenti Dan Christian Ghattas (OII Germany) e Miriam J. van der Have (NNID), dal tesoriere Ins A Kromminga (OII Germany), e dalla Segretaria Kitty Anderson (Intersex Iceland).

Il comitato direttivo comprende: Alessandro Comeni (Intersexioni), Kris Günther (Genres Pluriels), Mael Le Braz (OII Francophonie), Ev Blaine Matthigack (OII Germany), Pol Naidenov (Bilitis – Intersex Project) e Kristian Ranđelović (Gayten LGBT – Intersex Project).

Traduzione a cura di intersexioni.

Qui il comunicato stampa in inglese.

About The Author

intersexioni
Number of Entries : 280

Leave a Comment

intersexioni - info@intersexioni.it

Scroll to top

Sito web by: Koris web agency