You Are Here: Home » Intersex » Jim Ambrose – video intervista – The Interface Project

Jim Ambrose – video intervista – The Interface Project

INTERSEXIONI

sostiene e promuove

The Interface Project 

     progetto che raccoglie e condivide storie di vita e testimonianze di persone con tratti intersex       (o con differenze nello sviluppo sessuale) con l’obiettivo di diffondere il messaggio secondo cui:

 No Body Is Shameful!

Nessuno corpo è indegno!

Questa la video intervista di Jim Ambrose.

Maggiori informazioni su Jim Ambrose qui.

Di seguito il testo dell’intervista tradotto in Italiano da Carlo Daniel Cargnel, supervisione e adattamento di Eleonora Briscoe, editor Michela Balocchi¬†

Ciao… No! (Risate)

Ciao. Mi chiamo Jim Bruce, e… nel 2006, quando avevo 29 anni ho iniziato ad assumere testosterone che fa diventare la mia voce pi√Ļ profonda,¬†mi fa venire questa peluria sul viso e sta distruggendo la mia capigliatura, e… ho peli sul petto, e ho molti pi√Ļ muscoli di prima perch√© prima… io vivevo come donna e vivevo come donna perch√© quando sono nato sono nato con un… pene molto piccolo, e testicoli interni, e… cromosomi XY e i miei genitori erano sconvolti, il mio dottore era sconvolto e le uniche indicazioni che hanno fornito per affrontare il problema che io rappresentavo comportava rimuovere il mio pene e asportare i miei organi riproduttivi perch√© non gli piaceva il loro aspetto. E non sono cose facili da raccontare. No.

Genitori, se volete che vostro figlio sia seduto qui, tra vent’anni a raccontare questa storia ricordatevi soltanto che vostro figlio vorr√† avere ancora i suoi genitali. Vostra figlia vorr√† i suoi genitali. Lo ripeto: sono cose molto difficili da dire. Ed io ho 35 anni. Ho 35 anni e sto appena iniziando a rimettere a posto la mia vita.

Mia madre rimpiange cos√¨ tanto di avermi fatto rimuovere pene e testicoli… che ne riesce a parlare a malapena. E come ho detto ad un genitore, due anni fa, aveva un figlio di 15 anni in una situazione simile alla mia. Le ho detto che… la serenit√† per aver fatto il tuo dovere √® meno importante nel grande schema delle cose del diritto di tuo figlio a scegliere per s√© stesso la sua strada, quello che vuole fare con il suo corpo.

I tuoi figli non sono soli, e non lo sei nemmeno tu. Quel dottore non √® solo. Ci sono gruppi di sostegno in tutto il mondo. Ci sono organizzazioni che si batteranno per te. Aiuta il tuo ragazzo, tua/o figlia/o¬†a conoscere altre persone come lei/lui, altr* ragazz* a condividere le loro storie perch√© l’isolamento li uccider√†, cos√¨ come uccider√† te. La solidariet√†, lo stringere legami, l‚Äôesperienza condivisa e anche il sostegno li salver√† e loro salveranno te.

Qui lo script originale in inglese 

 Qui gli altri video che abbiamo tradotto e sottotitolato in Italiano finora.

About The Author

intersexioni
Number of Entries : 288

Leave a Comment

intersexioni - info@intersexioni.it

Scroll to top

Sito web by: Koris web agency