You Are Here: Home » Appuntamenti e call » Iniziative » lettera aperta a facebook

lettera aperta a facebook

Lettera inviata luned√¨ 7 Luglio agli indirizzi email dell’Ufficio Stampa di Facebook Italia e in attesa di una qualche risposta.

Gentilissime/i,

cogliamo l’occasione del vostro comunicato stampa per congratularci¬†con la decisione di Facebook Italia di aprire le modalit√† di scelta¬†dello status relativo al genere anche in Italiano, cos√¨ come √® stato¬†nel Febbraio scorso per Facebook anglofono, e di superare¬†l’artificialit√† e le ristrettezza del binarismo uomo/donna.

√ą un vero passo avanti nel rispetto delle persone e nel riconoscimento¬†dell’ampia variet√† di sesso/genere, dell’identit√† di genere ma anche¬†delle differenze dello sviluppo sessuale. Perch√©, nonostante nei vari¬†comunicati stampa e articoli usciti in giornata non sia mai stato¬†esplicitato, l’inserimento del termine ‚Äúintersessuale‚ÄĚ non ha tanto a¬†che fare con l’identit√† di genere quanto con le variazioni¬†cromosomiche, gonadiche e/o anatomiche del sesso. Come dice una delle¬†pi√Ļ importanti organizzazioni intersex, si tratta del sesso come¬†‚Äúfatto‚ÄĚ e non come ‚Äúatto‚ÄĚ. Proprio per non dare adito a¬†fraintendimenti (molti associano la parola intersessuale a un qualche¬†misterioso orientamento sessuale, senza considerare che √®¬†semplicemente aggettivo che si riferisce a una condizione di¬†intersessualit√†), e per fornire invece ancora maggiori possibilit√† di
scelta, accanto al termine intersessuale sarebbe molto appropriato¬†aggiungere ‚Äúintersex‚ÄĚ, mantenendo dunque il termine inglese che¬†oltretutto molte persone con variazioni nello sviluppo sessuale¬†prediligono.

Data l’attenzione da voi dimostrata verso le questioni di sesso/genere¬†e identit√† di genere, ci domandiamo per√≤ per quale motivo il sito di¬†un gruppo che fa ricerca scientifica, formazione, informazione,¬†comunicazione e sensibilizzazione sui temi suddetti, quale √®¬†intersexioni, venga quotidianamente ininterrottamente bloccato da¬†facebook ormai da quasi 3 mesi, e questo nonostante le numerose¬†segnalazioni sia nostre sia di quegli utenti che hanno invano provato¬†a postare su Facebook i nostri articoli dal sito¬†(www.intersexioni.it).

Cogliamo dunque l’occasione per rivolgere direttamente a voi che vi¬†occupate dell’Ufficio Stampa di Facebook, di spiegarci come mai da¬†met√† Aprile √® impossibile postare sul vostro social network qualsiasi¬†articolo da¬†www.intersexioni.it, e soprattutto vi chiediamo di¬†sbloccare al pi√Ļ presto questa situazione che ha di fatto come¬†risultato immediato una censura vera e propria della nostra¬†produzione. Ma intersexioni e le persone che lo compongono sono¬†state/i tra i primi in Italia a fare in-formazione e sensibilizzazione¬†sul tema dei diritti umani violati delle persone intersex e a cercare¬†di esplicitare le dimensioni che legano insieme le varie forme di¬†discriminazione nei confronti delle ‚Äúminoranze di potere”: toglierci¬†la possibilit√† di pubblicazione e condivisione sul vostro social¬†network non ci sembra affatto in linea con la sensibilit√† che state¬†mostrando sul tema dei diritti e dell’autodeterminazione di genere.

Ringraziandovi per l’attenzione,

inviamo cordiali saluti

Michela Balocchi, co-fondatrice di intersexioni

Yuri Guaiana, segretario dell’associazione radicale Certi Diritti

 

About The Author

Michela Balocchi

Dottora di ricerca (Ph.D.) in Sociologia e Sociologia politica, √® stata ricercatrice Marie Curie con il progetto ‚ÄĚINTERSEXIONS. The Sociological Aspects of the Management of Intersexuality‚ÄĚ (FP7-PEOPLE-2013-IOF European Union Marie Curie Actions n.627162, International Outgoing Fellowship). Il progetto di ricerca sugli aspetti sociologici della medicalizzazione delle persone con tratti intersex o con variazioni nelle caratteristiche di sesso si √® svolto tra Stati Uniti e Italia (American University, Washington DC e Universit√† di Verona, 2014-2017). Ha contribuito alla fondazione di "intersexioni" ed √® responsabile editoriale dell‚Äôomonimo sito fin dalla sua nascita (www.intersexioni.it). Fa parte del gruppo di ricerca PoliTeSse (Universit√† di Verona) dalla sua fondazione ed ha contribuito alla stesura del suo Statuto, www.politesse.it Dal 2018 fa parte del comitato editoriale della Collana 'Teoria e ricerca sociale e politica' della casa editrice Edizioni AltraVista. Dal 2013 al 2016 ha fatto parte del direttivo di Certi Diritti in particolare per l'area intersex. Principali aree di ricerca: studi di genere, disuguaglianze sociali, gestione medica dell'intersessualit√† e diritti umani delle persone intersex. Qui alcune tra le sue pubblicazioni https://univr.academia.edu/MichelaBalocchi Michela Balocchi, PhD in Sociology and Political Sociology; Marie Curie Fellow (2014-1017) at the American University - Washington, and at the University of Verona, with a project on the Sociological Aspects of the Management and Medicalization of Intersex. She has collaborated with many Universities (Florence, Bergamo, Perugia, Arezzo, etc.) as lecturer, adjunct professor, and researcher. She is on the board of the Center of Research PoliTeSse (University of Verona), Politics and Theories of Sexuality since its born (www.politesse.it). She is co-founder of the group "intersexioni" and web editor of the namesake website. She has been working on the first multidisciplinary collective book in Italy on intersex issues, as curator, and on a collective book composed of intersex personal stories and histories of intersex organizations, in English, as creator and co-curator. Here some of her publications: https://univr.academia.edu/MichelaBalocchi

Number of Entries : 12

Leave a Comment

intersexioni - info@intersexioni.it

Scroll to top

Sito web by: Koris web agency