You Are Here: Home » Orientamento sessuale » TUTTIDIVERSI: Intervista ad Adriano Silanus, regista di Sesso, Amore & Disabilit√†

TUTTIDIVERSI: Intervista ad Adriano Silanus, regista di Sesso, Amore & Disabilità

TuttiDiversiIntervista di Chiara Zanini, pubblicata sul blog Lecosecambiano

Quando abbiamo avuto il piacere di conoscere¬†Priscilla Berardi, psicoterapeuta e medico che con¬†Raffaele Lelleri¬†e Ambra Guarnieri ha condotto la¬†prima ricerca nazionale sulla sessualit√† delle persone LGBT disabili¬†abbiamo immediatamente deciso di aggiungere un approfondimento su questo stesso tema al programma di¬†Tuttidiversi. Nemmeno nelle associazioni LGBT si parla molto dei pregiudizi con cui le persone disabili si scontrano abitualmente. √ą forse superfluo dire che a¬†Tuttidiversi¬†siamo fieri di aver collaborato con lei.

La dottoressa Berardi ci ha raggiunti a Padova insieme ad Adriano Silanus, il regista con cui insieme a Jonathan Mastellari e Valeria Alpi ha realizzato il documentario Sesso, amore & disabilità. Ne abbiamo approfittato per rivolgere qualche domanda ad Adriano Silanus.

Adriano, cosa vi ha spinto a girare Sesso, amore & disabilità?

Volevamo dare voci e volti ai protagonisti della ricerca di Priscilla, Raffaele e Ambra. Volevamo che ci ‚Äėmettessero la faccia‚Äô con nome e cognome: una specie di coming out della fisicit√†. Abbiamo voluto estendere questa visibilit√† anche a persone eterosessuali. Certi argomenti non hanno orientamento e il modo di viverle √® lo stesso per tutti.

Come avete raggiunto le persone che si sono rese disponibili a raccontare nel documentario la propria esperienza?

Dopo un’iniziale difficolt√† nella selezione fatta attraverso il passaparola, abbiamo creato un trailer promozionale di reclutamento ed un¬†gruppo Facebook. A quel punto sono arrivate molte risposte.
Ci vogliono un certo tipo di coraggio e una sicurezza ammirevoli per raccontarsi davanti alla telecamera: non ci interessavano eventuali particolari scabrosi, quanto il racconto della affettività e dei punti di vista sul sesso e l’amore, che sono così soggetti a dubbi e insicurezze.
Poi – in alcuni casi – sono arrivati anche i racconti particolari su posizioni e modalit√† di fare sesso. Non dimentichiamo che alcune persone hanno difficolt√† fisiche e devono inventare stratagemmi e nuove posizioni per vivere le esperienze sessuali. Ma questo diventa secondario, perch√© sono pi√Ļ interessanti le strategie di seduzione e di conquista, quello che si deve fare per far superare il gap al non-disabile che spesso √® pi√Ļ in difficolt√†. Questo s√¨ che √® un bel viaggio nelle emozioni!

Sesso, amore & disabilit√† ha raccolto anche testimonianze di uomini omosessuali, mentre con tuo grande rammarico hai ammesso che¬†le lesbiche non esistono¬†(Adriano scherza citando il documentario di¬†Laura Landi e Giovanna Selis, che come lui hanno scelto¬†Produzioni dal basso), nel senso che per il momento nessuna donna lesbica ha concesso un’intervista. Ti sei fatto un’idea del motivo?

Nel documentario ci sono tre ragazzi gay e due ragazze lesbiche. I ragazzi hanno parlato delle loro esperienze, relazioni e aspettative di vita. Per quanto riguarda le ragazze, in un caso si tratta di un’educatrice e quindi la testimonianza √® relativa al lavoro, non alla sua vita sentimentale, quindi la questione non √® uscita. Nell‚Äôaltro caso si tratta di una traduttrice¬†L.I.S.¬†che sta lavorando moltissimo per l‚Äôintegrazione tra sordi e udenti, per l‚Äôavvicinamento tra i gruppi e le persone. Quindi anche in questo caso l’esperienza sul campo √® pi√Ļ interessante. Con il risultato che alla fine dei 105 minuti lesbiche ‚Äúidentificate‚ÄĚ nel documentario non ce ne sono. Mea culpa perch√© durante le riprese, proprio per l‚Äôabitudine alla scarsa visibilit√† lesbica, non ci siamo accorti di quest’assenza. Ma sto cercando di rimediare..

Le cose cambiano ha gi√† fatto incontrare diverse persone che condividono l’importanza della visibilit√† e del coming out: che ne dici se proviamo a lanciare un nuovo appello alle donne lesbiche che potrebbero prendere parte al la seconda fase del vostro progetto?

Il documentario¬†√® uscito in dvd¬†lo scorso maggio. Sto per√≤ realizzando una versione speciale di circa quaranta minuti a tematica gay e lesbica da portare in circoli e associazioni omosessuali. Far√≤ una selezione di interviste estese che implicano anche questioni di vita che ci riguardano pi√Ļ da vicino. Purtroppo, come dicevamo, manca il punto di vista di una lesbica. Ho gi√† contattato diverse ragazze, ma nessuna per ora ha acconsentito. In particolare, mi piacerebbe presentare il tema della bellezza estetica e della percezione del proprio corpo (e c’√® gi√† un’intervista fatta ad un ragazzo gay in carrozzina). Non chiuder√≤ questo progetto fino a che non l‚Äôavr√≤ trovata! C’√® anche la questione delle persone disabili transessuali. Anche a loro vorrei chiedere come percepiscono il proprio corpo, e come vivono se sono impossibilitate ad operarsi. Ma qui la ricerca si fa veramente difficile. Quasi meriterebbe un documentario a s√©‚Ķ

Chi volesse contattare Adriano può farlo attraverso questo form.

L’ultimo incontro di¬†Tuttidiversi¬†ha per titolo¬†Pluralit√† delle forme di famiglia. Sar√† con noi¬†Ilaria Trivellato, mamma lesbica e referente per l’Emilia Romagna di¬†Famiglie Arcobaleno.

Chiara Zanini √® un’addetta stampa. √ą stata referente italiana per Iglyo ed √® stata coordinatrice di¬†Tuttidiversi, un progetto di educazione sulle diversit√† all’Universit√† di Padova.

About The Author

intersexioni
Number of Entries : 286

intersexioni - info@intersexioni.it

Scroll to top

Sito web by: Koris web agency